Forse semplicemente perché può essere utile, o magari perché è un adempimento talvolta richiesto dalla normativa, o ancora perché è un obbligo per l’assunzione della qualifica di impresa sociale.

Quale che sia il motivo, il Bilancio Sociale è un documento che in Italia non è obbligatorio per le imprese profit, mentre lo è per alcuni soggetti del Terzo Settore, quali: fondazioni bancarie, imprese sociali, cooperative sociali di Lombardia, Friuli Venezia Giulia e recentemente anche dell’Emilia Romagna con la Legge regionale 17 luglio 2014 n. 12 art. 4 comma 11.

Perché un’organizzazione non profit dovrebbe redigerlo?

4-print